Gira il riciclo, un video contest per le scuole

Gira il riciclo

Un video contest per classi delle scuole secondarie promosso da Erion, sul tema del riciclo degli apparecchi elettrici ed elettronici

Un video contest per studenti e studentesse a proposito di riciclo. Si chiama “Materia Viva – A scuola di RAEE” il progetto di sensibilizzazione ambientale promosso da Erion WEEE, consorzio del sistema Erion dedicato alla gestione dei RAEE, rivolto ai più giovani. Erion, lo ricordiamo, è una delle realtà promotrici del Circular Economy Network, L’iniziativa è curata da Giffoni Innovation Hub in collaborazione con CivicaMente e, come si legge sul sito degli organizzatori, “si propone di sensibilizzare i giovani cittadini sulle buone pratiche per la gestione dei rifiuti elettronici, che devono essere raccolti e riciclati per migliorare la sostenibilità ambientale, la tutela delle risorse e l’economia circolare”. 

La creatività delle scuole al servizio del riciclo

Il percorso formativo nasce in particolare dai temi al centro del Docufilm Materia Viva. L’idea è quella di promuovere una riflessione nelle classi sulle conseguenze e sugli impatti ambientali ed economici dei nostri modelli di consumo, evidenziando i benefici derivanti da un corretto conferimento e riciclo dei dispositivi elettrici ed elettronici. A partire dalla visione del docufilm, gli studenti saranno chiamati a realizzare un proprio video con lo smartphone, in formato mp4, della durata compresa tra i 3 e i 5 minuti.

LEGGI ANCHE  Un premio per le tesi sull’economia circolare

Il tema? Ovviamente i RAEE. In particolare, il video dovrà raccontare una storia sui temi dei RAEE, del loro riciclo e dell’economia circolare, seguendo, nello specifico, la seguente traccia: “Nel 2085, la Terra ha esaurito la maggior parte delle risorse e delle componenti fondamentali per produrre gli apparecchi elettrici ed elettronici. Se poteste tornare indietro nel tempo, al 2023, cosa direste a tutti i cittadini?”. 

In premio, un evento speciale al Giffoni Film Festival

Possono partecipare al contest le scuole secondarie di primo e secondo grado. Gli e le insegnanti hanno tempo per iscrivere le classi fino al 26 maggio 2024, registrandosi sulla piattaforma Educazione Digitale. Una giuria di esperti esaminerà e valuterà gli elaborati ed eleggerà i vincitori. Il concorso si concluderà con la premiazione dei 3 video vincitori, nelle seguenti categorie: miglior cortometraggio realizzato da una classe di scuola secondaria di I grado; miglior cortometraggio realizzato da una classe di scuola secondaria di II grado (classi 1° – 2° – 3°); miglior cortometraggio realizzato da una classe di scuola secondaria di II grado (classi 4° – 5°). Come premio, le tre classi vincitrici, insieme ai loro insegnanti, saranno invitate all’evento speciale di Giffoni Film Festival, il prossimo mese di luglio, presso la Multimedia Valley di Giffoni Valle Piana (SA). Le classi autrici dei progetti vincitori saranno premiate con una targa dal content creator Marcello Ascani.

LEGGI ANCHE  Regolamento imballaggi: via libera del Parlamento UE