Il broccolo dal packaging compostabile

Il broccolo super amico dell’ambiente. Grazie a un nuovo packaging, l’ortaggio è infatti sostenibile “dalla a alla zeta”. Merito di un imballaggio in bioplastica compostabile Mater-Bi di Novamont, storico marchio italiano del packaging sostenibile. Ciò, oltre ad aumentare la vita del broccolo nel banco frigo, ne permette il riciclo integrale di tutte le parti, nell’umido. Citrus, azienda cesenate che distribuisce frutta e verdura fresche di stagione, ha recentemente lanciato questa idea green.

Il broccolo confezionato con cling film (ovvero la pellicola) ed etichetta termica compostabili è stato distribuito ed immesso sul mercato dallo scorso novembre. Si tratta di una novità realizzata, come detto, da Citrus in partnership con il Gruppo Poligrafico Tiberino. Un trend, quello del packaging compostabile, non solo valido in termini di sostenibilità, ma che incontrerebbe anche un crescente interesse da parte dei consumatori. 

Come riportato in un comunicato stampa di Novamont, l’Osservatorio Packaging del Largo Consumo realizzato da Nomisma ha stabilito infatti, nella sua ultima edizione, che per i consumatori italiani il packaging, con il 33%, è il secondo tra i 4 aspetti che contribuiscono a definire la sostenibilità di un prodotto alimentare. Seguono, tra le priorità dei clienti del Belpaese, i metodi di produzione (34%), prima della filiera e dell’origine delle materie prime (22%) e della responsabilità etica e sociale (13%).