commissione ue

La Ue indica la ricetta anti crisi: passa per l’economia circolare

Per risollevarsi dopo la pandemia serve un’Europa più resiliente e sostenibile

 

La transizione verde e la trasformazione digitale svolgeranno un ruolo centrale e prioritario nel rilanciare e modernizzare la nostra economia. Questa l’indicazione contenuta nel documento della Commissione Ue e del Consiglio europeo “A Roadmap for Recovery – Towards a more resilient, sustainable and fair Europe” che indica la strada da seguire e fissa i punti chiave e i principi da cui ripartire dopo l’emergenza Covid-19.

Investire in tecnologie e capacità pulite e digitali, nel quadro di un’economia circolare, contribuirà a creare posti di lavoro e crescita e consentirà all’Europa di trarre il massimo vantaggio dalla prima mossa nella corsa globale alla ripresa. Ci aiuterà anche a renderci più resilienti e meno dipendenti diversificando le nostre filiere chiave.

L’emergenza coronavirus ha prodotto per l’Europa una crisi senza precedenti, con effetti pesanti in ogni aspetto della nostra società. Pertanto – si legge nel documento – L’Unione europea deve gestire la sua risposta con determinazione, unità e solidarietà. Questo richiede immaginazione nello sfruttare tutte le risorse degli Stati membri e della Ue. Non c’è posto per il business as usual: è il momento di tracciare il percorso verso un piano di risanamento completo, con l’obiettivo finale di costruire un’Europa più resiliente, sostenibile ed equa.

LEGGI ANCHE  Transizione verde, in arrivo 300 milioni (anche per l’economia circolare)