Economia circolare, a Roma la 2° Conferenza Nazionale

Un’occasione di confronto con il mondo imprenditoriale,  istituzionale, enti di ricerca su un tema  strategico per il nostro paese dal punto di vista ambientale ed economico

A che punto è l’Italia nell’economia circolare e nella bioeconomia? Quali sono le problematiche più importanti, le potenzialità e le priorità per il loro sviluppo?  Questi i temi su cui avverrà il confronto in occasione della  Conferenza Nazionale sull’economia circolare, che si svolgerà a Roma il 19 marzo prossimo.

La Conferenza, organizzata dal Circular Economy Network, promosso dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile insieme un gruppo di imprese e associazioni di imprese, sarà un’importante occasione per proporre  un confronto con il mondo imprenditoriale,  enti di ricerca, esperti, rappresentanti del Governo e della Commissione europea, su un tema di grande valore strategico per il nostro paese dal punto di vista ambientale ed economico.

In occasione della Conferenza verrà presentato anche il secondo Rapporto sull’economia circolare in Italia 2020, elaborato in collaborazione con Enea e che quest’ anno contiene un focus sulla bioeconomia.

Alla vigilia del recepimento di un pacchetto di nuove direttive europee e del lancio di un vasto programma europeo di Green deal, è, infatti, più che mai evidente che l’’economia circolare ha un ruolo decisivo proprio nel Green deal: riduce gli impatti ambientali e climatici e genera vantaggi economici e occupazionali. La bioeconomia rigenerativa, settore quantitativamente e qualitativamente importante dell’economia circolare, può contribuire sia a consolidare il futuro di settori, come l’agroalimentare, già di successo, sia ad aprire nuovi sviluppi, in particolare col rilancio di siti e di attività industriali dismesse, sia di territori considerati marginali.

 

Roma, 19 marzo 2020, Sala Nazionale Spazio Eventi, Via Palermo 10, dalle 9:00.

Per registrarsi alla conferenza, clicca qui